31 Agosto 2022

7 cose da sapere prima di scegliere il partner per la formazione aziendale 

Author: 

Benjamin Joseph, Co-Founder and CEO at Learnlight, and Rupert Hillier, Co-Founder and COO at Learnlight

Cosa abbiamo imparato dall’attività di formazione aziendale svolta su oltre 500.000 utenti in tutto il mondo 

La risorsa più utile che deve avere oggi un responsabile delle risorse umane? La formazione aziendale.  

Il panorama aziendale sta cambiando rapidamente, in risposta alla globalizzazione, allo sviluppo tecnologico e a un ripensamento della cultura aziendale. I ruoli e i percorsi di carriera dei singoli dipendenti stanno assumendo un nuovo significato e stanno diventando sempre più personalizzati. Per supportare questo cambiamento, i responsabili delle risorse umane stanno ottimizzando e arricchendo il modo in cui i loro dipendenti imparano, si evolvono e crescono.  

Perché la formazione dei dipendenti è così importante? 

Perché lo sviluppo delle competenze attraverso l’apprendimento aziendale favorisce il coinvolgimento, il benessere e la crescita. Il Workplace Learning & Development Report1 pubblicato da LinkedIn nel 2019 ha dimostrato che il 94% dei dipendenti intervistati rimarrebbe più a lungo in un’azienda, se ritenesse che questa stia investendo nella loro formazione e sviluppo.  

La formazione aziendale aumenta il coinvolgimento dei dipendenti e un dipendente motivato è più produttivo e dedito al lavoro di uno demotivato. Infatti, un’indagine dell’American Society for Training and Development (ASTD) ha rilevato che le aziende con “programmi di formazione a tutto tondo” hanno registrato un aumento del fatturato per dipendente pari al 218% e margini di profitto in crescita del 24%, rispetto a quelle che si sono concentrate con minore attenzione sui programmi di formazione dei dipendenti2. 

I programmi di formazione aziendale si sono sviluppati rapidamente per soddisfare le esigenze delle aziende moderne, sfruttando le potenzialità della tecnologia digitale. I moduli che un tempo venivano erogati per telefono o face-to-face negli uffici di tutto il mondo si sono trasformati in qualcosa di molto diverso. Per essere efficace, l’apprendimento virtuale, blended o face-to-face deve ora sfidare le convenzioni, utilizzare metodologie basate sulla scienza, stimolare un vero coinvolgimento e produrre un risultato concreto.  

Negli ultimi quindici anni, Learnlight ha formato con successo oltre 500.000 adulti su competenze linguistiche, comunicative e interculturali. Ecco i sette insegnamenti fondamentali che abbiamoricavato dalla realizzazione di programmi di formazione e sviluppo efficaci , nonché gli aspetti principali che ogni organizzazione dovrebbe prendere in considerazione nella scelta di un partner in ambito formativo. 

L’apprendimento richiede il fattore umano 

Le metodologie di e-learning e di formazione virtuale con insegnante sono aumentate in modo significativo negli ultimi anni. Secondo Deloitte, nel 2020 oltre il 98% delle aziende avrebbe integrato la formazione virtuale nella propria strategia di formazione e sviluppo. Di fatto, la pandemia di COVID-19 ha solo accelerato l’adozione dell’apprendimento virtuale, poiché le aziende hanno dovuto cambiare rapidamente rotta, in risposta all’impossibilità di tenere corsi in presenza.   

Sebbene il potenziale dell’apprendimento virtuale sia enorme, in media solo il 12% degli utenti aziendali dichiara di applicare al proprio lavoro le competenze acquisite con la formazione ricevuta. Eppure, c’è un modo diverso di affrontare l’apprendimento virtuale per renderlo davvero arricchente3. Il segreto che fa la differenza? Il fattore umano, poiché contribuisce ad aumentare il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti.

Accrescere il fattore umano nella formazione 

  • Coinvolgere un coach dedicato: La presenza di un formatore dedicato che affianchigli studenti si è dimostrata una metodologia efficace per l’insegnamento. Un formatore è in grado di organizzare e trasmettere le informazioni necessarie all’apprendimento e ottenere il massimo risultato, al pari di un bravo insegnante che prende un concetto complicato e lo spiega in modo tale da renderlo comprensibile. 
  • Creare una comunità: Chi impara acquisisce nuove informazioni o competenze in maniera più efficace, quando guarda qualcun altro che già le utilizza. La creazione di una comunità e l’attivazione del meccanismo del social learning possono abbattere i silos organizzativi e favorire la preservazione e l’applicazione delle conoscenze acquisite. 
  • Aumentare la personalizzazione: È importante personalizzare i programmi di formazione in base ai partecipanti. Un buon formatore è in grado di personalizzare il programma di formazione e di selezionare i materiali e le attività utili a svolgere le lezioni nel modo più efficace possibile. Dovrebbe anche fornire un feedback costruttivo, per facilitare la progressione dello studenteattraverso il corso e aiutarlo a padroneggiare le competenze.
     

L’apprendimento richiede un approccio personale 

 Per creare esperienze di apprendimento significative, i responsabili delle risorse umane devono assicurarsi che il programma di formazione per i dipendenti segua un approccio personale. Ciò significa conoscere la realtà aziendale nei dettagli, come pure l’ecosistema degli studentie lo stile di apprendimento unico di ogni individuo. I programmi di formazione personali ed estremamente mirati permettono di realizzare corsi pertinenti, costruttivi e con un’alta percentuale di partecipazione, che aiuteranno davvero l’utente aziendale a progredire, a essere promosso o a passare alla sfida successiva. 

Sviluppare la formazione con un approccio personale

  • Comprendere il risultato: Per mettere l’utente aziendale in condizione di risolvere i problemi comuni al proprio settore di attività e alla propria specializzazione, è necessario comprendere quali sono gli obiettivi formativi e i risultati desiderati. 
  • Massimizzare la personalizzazione: L’apprendimento più efficace è quello su misura. Sebbene organizzata, selezionata, programmata ed erogata per ottenere il massimo risultato, la formazione deve anche essere abbastanza fluida da adattarsi ai ritmi e alle esigenze degli studenti. Inoltre, deve essere offerta attraverso una varietà di materiali e attività di apprendimento. 
  • Implementare una tecnologia e-learning adattiva: È essenziale fornire agli utenti aziendali le conoscenze di cui hanno bisogno, proprio quando ne hanno bisogno. A seconda di come i discenti rispondono alle domande, il materiale dovrebbe cambiare al fine di approfondire determinati argomenti, oppure di rafforzare le conoscenze già acquisite, assicurandosi che comprendano appieno i contenuti formativi. 

L’apprendimento richiede impegno  

 Acquisire nuove competenze richiede un impegno quotidiano. È come quando si cerca di migliorare la propria forma fisica: per raggiungerla è necessario impegnarsi ogni giorno, tanto con l’esercizio fisico, quanto con un’alimentazione sana. Senza dimenticare che si tratta di un impegno a lungo termine. La tecnologia di e-learning che prevede l’utilizzo di domande per sollecitare gli studentia richiamare le informazioni a intervalli diversi — da giorni a mesi di distanza — aumenta la capacità di preservare le conoscenze acquisite4. Tuttavia, secondo un recente studio di Deloitte5, un dipendente medio ha a disposizione circa 24 minuti dell’intera settimana lavorativa da dedicare al proprio percorso di sviluppo. 

 Per realizzare programmi di formazione che conducano a risultati duraturi ed efficaci, occorre integrare l’attività di apprendimento nella vita quotidiana degli utenti aziendali. 

 Coltivare l’impegno nella formazione  

  • Creare brevi blocchi di contenuti: Offrire corsi di formazione online suddivisi in brevi blocchi di cinque minuti al giorno significa permettere ai dipendenti di ampliare le proprie conoscenze in modo continuativo, senza però avvertirne il peso. Inoltre, li aiuta a concentrare l’attività di apprendimento nei momenti liberi della loro giornata. 
  • Abilitare i contenuti on demand su dispositivi mobili: Gli utenti aziendali hanno bisogno di una certa flessibilità su dove e quando seguire i corsi di formazione. Con i contenuti on demand ottimizzati per i dispositivi mobili, hanno la libertà d’integrare la formazione con le proprie attività e di seguire i corsi quando si sentono pronti ad aumentare il carico cognitivo. 
  • Mettere a disposizione un coach: Spesso i corsi esclusivamente digitali possono diventare come quegli abbonamenti alla palestra, che restano a lungo inutilizzati e vengono poi dimenticati. Invece, assegnare agli utenti aziendali un coach personale che li guidi attraverso un programma su misura, ne garantisce il massimo dell’impegno, della motivazione e del risultato. 

L’apprendimento richiede coinvolgimento

Il modern learner viene spinto in molteplici direzioni e avverte spesso un senso di sopraffazione e di confusione, ritrovandosi a volte addirittura privo d’interesse. Tutto ciò pone una sfida al settore dell’e-learning.   

Una tecnologia che consenta agli studenti di svolgere un ruolo più attivo nella loro formazione promuove l’interazione, il coinvolgimento e la memoria a lungo termine. Inoltre, rafforza le informazioni nel cervello, riducendo le possibilità che i discenti dimentichino completamente il materiale. 

Aumentare il coinvolgimento degli studenti virtuali  

  • Adattare i contenuti: Al giorno d’oggi, gli utenti aziendali hanno bisogno di una formazione e di strumenti che li preparino a risolvere i problemi nel momento in cui si presentano. Fornire loro contenuti pertinenti che possono esplorare a seconda delle necessità, nonché risorse aggiuntive, come strumenti o materiali di supporto al lavoro, stimolerà il loro coinvolgimento e aumenterà il loro apprezzamento nei confronti del corso. 
  • Offrire modi diversi per imparare: La padronanza delle competenze è la capacità di mettere in pratica ciò che si è imparato. Offrire modalità di apprendimento diverse, attraverso video, lettura, scrittura o audio, e dare l’opportunità di applicare quanto si è imparato contribuirà a preservare le conoscenze acquisite e quindi l’efficacia del programma formativo. 
  • Tenere traccia dei progressi: Fornire agli utenti aziendali un percorso di apprendimento e mostrarne la progressione, offrendo al contempo un feedback utile e costruttivo, migliora il loro coinvolgimento e li incoraggia a completare il corso.

Il modo d’imparare è in continua evoluzione   

 La diffusione dei social media e dei telefoni cellulari ha cambiato per sempre il modo in cui interagiamo, scopriamo le notizie e condividiamo le informazioni. L’interattività ha preso piede anche nei contesti lavorativi, influenzando il modo in cui vengono oggi valorizzati i talenti. Poiché l’apprendimento stesso è un processo fluido e dinamico, anche la relativa metodologia dovrebbe essere qualcosa di vivo e in continua evoluzione.   

Evoluzione dell’esperienza di apprendimento  

  • Creare canali interessanti per l’apprendimento: Il mix di metodi per la formazione aziendale si è diversificato e ora i discenti hanno una maggiore facilità di accesso agli strumenti formativi rispetto al passato. Che si tratti di audio, testo o video, chi studia ha bisogno di canali per l’apprendimento che siano interessanti e si adattino al modo in cui questi acquisisce e interiorizza le nuove informazioni. 

Non tutti i formatori aziendali sono uguali

È essenziale che i responsabili delle risorse umane comprendano che quando si tratta di erogare formazione, sia essa virtuale, face-to-face o una combinazione delle due, non tutti i formatori sono uguali. Ci vuole una persona speciale, per un insegnamento di successo.  

Trovare formatori professionisti  

  • Trovare persone uniche: In base alla nostra esperienza, non è solo la lista di competenze che consente d’individuare un formatore di successo. Si tratta anzitutto di valutare la persona in quanto tale: il suo stile comunicativo, la sua energia e la sua positività. Sono queste competenze intangibili ma particolarmente importanti, che favoriscono il contatto umano e promuovono l’interazione e il coinvolgimento. 
  • Abbinare studenti e formatori: Il formatore più adatto per un allievo non lo è necessariamente per un altro allievo. Un partner di formazione valido deve assicurarsi che gli utenti aziendali abbiano accesso a una varietà di formatori e possano scegliere quello con cui siano in sintonia. 

Mostrare i risultati raggiunti  

A scuola e all’università, la conoscenza ha valore di per sé e il successo degli studenti è misurato esclusivamente in base ai punteggi riportati nei test. Nell’ambito della formazione aziendale, invece, le competenze non vengono valutate sulla scorta di un esame finale, quanto piuttosto a seguito dell’utilizzo che il dipendente ne fa in situazioni di lavoro e di vita reali.  

 Quando si tratta d’investimenti formativi, i responsabili delle risorse umane sanno già quanto sia importante giustificarli con dei risultati. In passato, era sufficiente fornire dei rapporti mensili, ma oggi è indispensabile offrire in tempo reale l’evidenza dell’impatto positivo che la formazione ha sull’azienda e sui suoi dipendenti.   

Creare la cultura della visibilità dei rendimenti
 

  • Spingere la valutazione al di là delle presenze: È importante guardare oltre le statistiche delle presenze e garantire l’accesso a tutti i dati essenziali sul completamento dei corsi, la soddisfazione dei partecipanti, il loro coinvolgimento e così via, in modo da identificare facilmente le tendenze nel percorso di apprendimento dei dipendenti e misurare con precisione se l’attività di formazione stia producendo risultati. 

Perché scegliere Learnlight come partner per la formazione aziendale?  

Noi di Learnlight applichiamo costantemente questi sette insegnamenti tratti della nostra esperienza, per creare programmi mirati allo sviluppo di competenze linguistiche, comunicative e interculturali che si dimostrino efficaci e producano risultati duraturi. 

Con Learnlight Coach, ai partecipanti viene assegnato un formatore dedicato che li guida attraverso un programma su misura. Questo servizio altamente flessibile supporta anche i professionisti più impegnati con disponibilità 24 ore su 24 e riprogrammazione su richiesta. Dopo ciascuna sessione dal vivo, gli utenti aziendali ricevono un rapporto di feedback personalizzato, inclusi gli argomenti trattati a cui possono accedere successivamente attraverso la libreria di flashcard.  

Disponendo di una rete di oltre 3.000 formatori in tutto il mondo, Learnlight offre ai propri utenti la possibilità di scegliere il formatore più adatto alle proprie esigenze e di stabilire con questi un vero e proprio legame, beneficiando così di un’esperienza di apprendimento trasformativa. 

Programmi completamente personalizzati 

Offriamo anche programmi di apprendimento completamente personalizzati, progettati per guidare gli utenti aziendali nello sviluppo delle competenze linguistiche e interculturali, attraverso contenuti pertinenti, pratici e coinvolgenti. Questi includono attività curricolari essenziali, articoli di riviste sempre aggiornati e progetti e compiti in situazioni di vita reale. I nostri corsi di formazione linguistica consentono ai discenti di tutto il mondo di connettersi in un ambiente virtuale, dove possono usufruire della guida di formatori e confrontarsi su argomenti d’interesse, dando vita a una vera e propria comunità e imparando gli uni dagli altri. 

I nostri contenuti hanno dimensioni ridotte e sono fruibili in appena cinque o dieci minuti. Sono inoltre accessibili in qualunque momento e da qualunque luogo, attraverso la nostra applicazione mobile. Disponibili on demand, consentono agli utenti aziendali di dedicarsi all’apprendimento durante il tragitto mattutino, la pausa tra due riunioni o l’ora di pranzo. 

La nostra piattaforma di formazione aziendale  

Il Learnlight Empowerment Method (LEM) costituisce il cuore della nostra metodologia di formazione aziendale. È stato progettato per favorire il coinvolgimento e accelerare l’apprendimento, basandosi sulle più recenti ricerche scientifiche che pongono i discenti al centro dell’esperienza. Il LEM è ottimizzato sia per i nativi digitali (millennial) che per gli immigrati digitali, consentendo di creare fiducia e sviluppare nuove competenze attraverso contenuti multimediali autentici, attuali e reali.  

La nostra piattaforma permette di avere tutto sotto controllo, grazie a un’ampia reportistica in tempo reale e al monitoraggio delle progressioni utilizzabili sia dagli utenti aziendali che dal team di formazione interno. Che si tratti dei feedback dei formatori, dei livelli di coinvolgimento dei discenti o dei tassi di completamento dei corsi, la nostra piattaforma è in grado di fornire report dettagliati. Inoltre, assegniamo un program manager dedicato per lavorare al fianco di ogni cliente. Dalla progettazione e implementazione del programma alla risoluzione delle domande dei discenti, il program manager sarà sempre disponibile a fornire assistenza. 

Nel corso della nostra attività, abbiamo verificato che i sette requisiti sin qui esaminati creano esperienze di apprendimento uniche ed estremamente efficaci. Abbiamo voluto condividerli con i responsabili delle risorse umane alla ricerca di un partner per la formazione, poiché desideriamo contribuire a sbloccare il potenziale dei loro dipendenti. Se desideri saperne di più sui nostri servizi e su come realizziamo esperienze di apprendimento coinvolgenti, contattaci oggi stesso. 

Share this article

Gli ultimi Insight

Cerchi una soluzione davvero efficace?

Fai subito il primo passo verso l’apprendimento trasformativo con la tua azienda. Non vediamo l’ora di accompagnarti in questo viaggio.